LEGALITÀ GLOBAL INTERGOLD IN ITALIA COSA DICE LA LEGGE?

Con la liberalizzazione del mercato italiano dell’oro e l’abolizione dell’IVA, introdotti dalla Legge 17 Gennaio 2000, n. 7 i privati hanno avuto libero accesso all’acquisto di lingotti da investimento, fino a quel momento preclusi al grande pubblico. Siamo in piena legalità global intergold.

I lingotti rappresentano lo scalino successivo alle monete nel possesso diretto di oro fisico. Rispetto ad esse hanno il vantaggio di essere più economici (al crescere del peso diminuisce l’incidenza delle spese di produzione) a costo però di una minore liquidità.

Da prendere in considerazione solo per pezzature maggiori ai 100 grammi (al di sotto il rapporto costi/benefici è a vantaggio delle monete) sono adatti a capitali già più consistenti e sono reperibili sul mercato in forme standardizzate e dotate di matricola (famosi quelli di Credit Suisse, Heraeus, Degussa…) o prodotti da più o meno anonimi banchi metalli.

Al vertice di questa categoria ci sono i lingotti da 400 oz, 12,5 kgs, lo standard per le transazioni internazionali utilizzato da istituzioni finanziarie, grandi società, stati e banche centrali ma accessibili anche al singolo investitore capace di pagare i circa 430.000 € necessari ad acquistare UN singolo pezzo alle quotazioni di oggi, Marzo 2017.

LA SITUAZIONE FISCALE PER I PROVENTI DA COMPRAVENDITA DI ORO.

Dal punto di vista fiscale, l’Annuario del contribuente 2012 pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate, menziona a pagina 123 la tassazione delle attività finanziarie e a pagina 124 gli investimenti all’estero.

Il sito dell’Agenzia delle entrate indica inoltre come dichiarare investimenti all’estero (Modulo RW), e come dichiarare le plusvalenze di natura finanziaria nelle quali rientra il capital gain prodotto dagli investimenti in oro ( quadro RT ), ovviamente se quando vendete l’oro guadagnato con Global InterGold NON ne ricavate un capital gain (ovvero il prezzo di vendita è inferiore al prezzo di acquisto, non siete soggetti a tassazione di alcun genere!) Tenete stampato in una cartellina questo messaggio appena pubblicato.

Serve per far leggere a chi fa’ domande sulle leggi che regolamentano questo business ! Tutto nelle norme italiane.

La compravendita e il possesso d’Oro greggio da investimento (cioè Oro in lingotti di purezza pari o superiore a 995 millesimi, mentre Global InterGold certifica il 99,9%, o monete d’Oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, ecc) in Italia è regolamentata dalla Legge 17 Gennaio 2000, n. 7, che adegua la legislazione nazionale alle direttive dettate dall’UE (nello specifico la Direttiva 98/80/CE del Consiglio del 12 ottobre 1998) che permette ai residenti di comprare Oro grezzo da investimento, esente da IVA.

TRATTAMENTO FISCALE

IMPOSTE DIRETTE

La vendita di Oro da parte di persona fisica può comportare il conseguimento di un reddito imponibile laddove si verifichi una plusvalenza (“capital gain”) in base alla lettera c-ter, articolo 67, Tuir. Le plusvalenze in questione sono costituite dalla differenza tra il corrispettivo percepito all’atto della vendita ed il costo o il valore di acquisto dell’oro ceduto. Per le cessioni di metalli preziosi, in mancanza della documentazione del costo di acquisto, le plusvalenze sono determinate in misura pari al 25% del corrispettivo della cessione (articolo 68, comma 7, lettera d del Tuir). Al momento della redazione delle presenti note, sulla plusvalenza eventualmente realizzata è dovuta una imposta sostitutiva in misura pari al 26,00% (ventisei percento), che si liquida nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui viene incassato il corrispettivo. Un semplice esempio, di seguito riportato, permette di meglio comprendere la fiscalità delle plusvalenze generate da oro fisico da investimento.
 
CRITERIO GENERALE
 
A) Costo di acquisto documentato                                                     € 35.000
B) Corrispettivo da cessione                                                                € 50.000
C) Plusvalenza tassabile = B)-A)                                                         €  15.000
Imposta dovuta 26% di C)                                                                   €    3.900
CRITERIO IN ASSENZA DI DOCUMENTAZIONE DEL COSTO DI ACQUISTO
A) Costo di acquisto documentato                                                           n.d.
B) Corrispettivo da cessione                                                               € 50.000
C) Plusvalenza tassabile 25% di B)                                                    € 12.500
Imposta dovuta 26% di C)                                                                   €   3.250
 
Il predetto trattamento fiscale si riferisce ai soggetti residenti in Italia non in regime di impresa (“investitori privati”).

LEGGE SULL’ORO

Quando si compra dell’oro all’estero, non si può fare a meno di domandare quali siano le implicazioni dal punto di vista della legalità global intergold, ovvero come fare a muoversi secondo la legge quando si acquista il prezioso metallo.

Le basi per la regolamentazione del possesso e dello scambio di oro da investimento in Italia risalgono al Decreto Legislativo luogotenenziale del 17 maggio 1945, n. 331, che istituì le basi per la regolamentazione del possesso e dello scambio di oro da investimento e che istituisce anche l’Ufficio italiano dei cambi riservandogli il monopolio sullo scambio di oro e valute straniere.

Il D.Lgs 331/1945 è stato abrogato e il monopolio sull’oro è cessato nel 2000 La Banca d’Italia, con la pubblicazione, sul suo sito internet, della legge che regola il mercato dell’oro nel nostro Paese può essere di grande aiuto.

La compravendita e il possesso d’oro greggio da investimento in Italia è regolamentata dalla Legge 17 Gennaio 2000, n. 7, che adegua la legislazione nazionale alle direttive dettate dall’Unione Europea (nello specifico la Dalla Direttiva 98/80/CE del Consiglio del 12 ottobre 1998) che permette ai residenti di comprare e vendere oro grezzo da investimento esente da IVA.

La legge 7/2000 abolisce il monopolio dell’oro da parte dell’Ufficio italiano dei cambi, in vigore già dal 1945, permettendo ai residenti in Italia di comprare e vendere oro greggio da investimento. Fino a quel momento era permesso ai residenti l’acquisto d’oro greggio destinato alla lavorazione e per uso industriale, e l’acquisto e la rivendita di oro greggio all’estero (D.P.R. 148/1988; Legge 599/1986).

La Legge n. 7 del 17 Gennaio del 2000, è spiegato che quando si acquista o si vende oro per un ammontare superiore a 20 milioni di lire, è obbligatorio sottoscrivere una dichiarazione sulĺ’operazione e comunicarla all ́UIF. Quindi se gli acquisti d ́oro all ́estero non superano i 20 milioni di lire, e se questi acquisti sono contratti che si configurano come singoli e separati fra loro, non vi è obbligo di fare la dichiarazione prevista dalla L.n. 7 del 17 Gennaio del 2000.

Acquisti spezzati: se invece vengono fatti degli acquisti “spezzati” (ognuno come contratto singolo e separato dagli altri), senza mai superare la soglia indicata dalla legge, non vi è obbligo d’effettuare alcuna dichiarazione! Pertanto se gli acquisti d’oro all’estero non superano i 10.329 euro, e se questi acquisti sono contratti che si configurano come singoli e separati fra loro, non vi è obbligo di fare la dichiarazione prevista dalla L. n. 7 del 17 Gennaio del 2000. Con Global InterGold facciamo ordini singoli da 7.000 euro, quindi non soggetti a tale dichiarazione.

Come detto, sempre secondo questa legge, non è previsto il pagamento dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) per l’acquisto d’oro da investimento.

APPROFONDIMENTI SULLA LEGALITA’

Il Network Marketing in Italia è regolamentato da una Legge del 17 Agosto 2005, Legge 173/2005. Trovi il link qui sotto.

http://www.camera.it/parlam/leggi/05173l.htm

http://www.camera.it/parlam/leggi/00007l.htm

APPROFONDIMENTI SULLA FISCALITA’

Il cosiddetto “oro da investimento”, cioè oro con purezza di almeno 995 millesimi ( quello di Global InterGold è 999,9 millesimi ) è ESENTE DA IVA ( art. 10 del DPR 633/1972 . “Operazioni esenti dall’Imposta”)
>Quì trovi la Legge.
http://www.gbsoftware.it/legginotizia.asp?IdNews=2650

Per Informazioni

Lavori senza posa per niente!